feed RSS
Segui buonaidea.it su YouTube Segui buonaidea.it su Twitter Segui buonaidea.it su FriendFeed Segui buonaidea.it su Facebook
| | Contattaci | Stampante | Feed RSS | Condividi questo sito nel web
Quando io ero piccolo nasce su facebook grazie ad una felice intuizione di Alberto Giarrizzo, condividere con altri i ricordi dell’infanzia...

ilmiolibro.it

Giovanni Maria Bosis


letto 9151 volte

Annie Leonard torna sull’argomento dell’impatto delle aziende sull’ambiente. Questa volta ci spiega quali sono i rischi dell’ultima trovata delle multinazionali per continuare ad inquinare facendo credere il contrario.

Annie Leonard

Annie Leonard


letto 10710 volte

» tutti i film «

visite:
1.361.028

pagine lette:
3.232.185


iscritti ai feed rss
idee

notizie

visitatori in questo momento
Ricevi i contenuti di buonaidea.it

feed RSS

Newsletter:

delivered by FeedBurner

gli onesti... i nuovi eroi!

Video: [02:07]


visto 10575 volte

Prendere il sole

audio divertente


ascoltato 22643 volte

» tutti audio «
I gatti romani

barzelletta


letta 12911 volte

Cuore: come misurare da soli il battito cardiaco

Translate this page:
del 26/12/2007 | da redazione | idea letta 136270 volte
Foto dell'Idea

Per scoprire se abbiamo la febbre, o anche solo per curiosità, capita di voler "sentire" il polso per contare il numero dei battiti del cuore al minuto. Ma come si fa esattamente per non sbagliare nella rilevazione? Quella che segue è la procedura:

 

  • Con due dita (indice e medio) fare una leggera pressione al centro del polso (seguire la linea del pollice), se il polso è presente si dovranno avvertire dei "battiti";
  • Contare questi battiti: una persona adulta con polso normale deve avere tra i 60 e gli 100 battiti al minuto (da 15 a 25 pulsazioni in 15”), nei bambini dipende dall'età, comunque più è bassa l’età più i valori sono elevati (un neonato ha oltre 120 battiti al minuto).

 

Un altro punto di compressione (cioè la zona dove si può avvertire il battito cardiaco) è all'altezza della carotide, ai lati della laringe, cioè lungo il collo: sempre nello stesso modo (con indice e medio) fare una leggera pressione e "ascoltare" i battiti. Prestare attenzione al tipo di pulsazioni che si sentono: una persona che ha subito un trauma o uno spavento avrà senz'altro un polso più veloce rispetto ad una persona che non ha vissuto nessuna emozione.

 

ATTENZIONE: è importante che le pulsazioni non scendano mai al di sotto dei 20 battiti/min., in questo caso chiamare immediatamente il 118.

Tags: salute emergenza

"Ti è piaciuto questo articolo? Se vuoi, puoi ricevere gratuitamente sul tuo PC i nostri contenuti, attraverso la pagina dei feed di buonaidea.it"

Idee interessanti per te

Translate this page: 

RICERCA NEL SITO:

NOTA:
Inserisci nella casella le parole chiave e premi "Cerca".


X
Invia e-mail