feed RSS
Segui buonaidea.it su YouTube Segui buonaidea.it su Twitter Segui buonaidea.it su FriendFeed Segui buonaidea.it su Facebook
| | Contattaci | Stampante | Feed RSS | Condividi questo sito nel web
Quando io ero piccolo nasce su facebook grazie ad una felice intuizione di Alberto Giarrizzo, condividere con altri i ricordi dell’infanzia...

ilmiolibro.it

Giovanni Maria Bosis


letto 10697 volte

Annie Leonard torna sull’argomento dell’impatto delle aziende sull’ambiente. Questa volta ci spiega quali sono i rischi dell’ultima trovata delle multinazionali per continuare ad inquinare facendo credere il contrario.

Annie Leonard

Annie Leonard


letto 12034 volte

» tutti i film «

visite:
1.361.028

pagine lette:
3.232.185


iscritti ai feed rss
idee

notizie

visitatori in questo momento
Ricevi i contenuti di buonaidea.it

feed RSS

Newsletter:

delivered by FeedBurner

gli onesti... i nuovi eroi!

Video: [02:07]


visto 12563 volte

Prendere il sole

audio divertente


ascoltato 24698 volte

» tutti audio «
I gatti romani

barzelletta


letta 15984 volte

Rate a tasso zero?

Translate this page:
del 18/08/2007 | da redazione | idea letta 9405 volte
Foto dell'Idea

Spesso quando si fa un acquisto si sente parlare di rate a tasso zero. Facendoci caso, poi, si vede che sotto al prezzo esposto sono indicati due tassi di interesse: il TAN è 0%, il TAEG è 5%.

Cosa significa?
La convenienza di un prestito è determinata da una somma di fattori fra cui il numero e l'entità delle rate, la loro frequenza, e le spese. Il tutto è riassunto nel TAEG, il Tasso Annuo Effettivo Globale. La legge obbliga chi propone le condizioni economiche di un finanziamento a indicarlo sempre.

Se vi recate presso una banca o una finanziaria è il TAEG che dovete chiedere. Si tratta di uno strumento semplice e comodo per il consumatore: è un solo numero che riassume la convenienza di un prestito, più è basso, più il prestito è conveniente.

In teoria, se ci viene proposto un prestito a TAEG 0%, significa che la somma di tutto quello che paghiamo (rate e spese) è uguale all'importo del finanziamento ricevuto. In pratica, tanto riceviamo, tanto dobbiamo rendere.

Attenzione però: molte pubblicità, quando parlano di interessi "zero", non si riferiscono al TAEG ma al TAN, ovvero al Tasso Annuo Nominale. Questo serve soltanto per calcolare le rate: non tiene in considerazione le spese. Queste possono essere rilevanti: istruttoria, assicurazioni, spese per il pagamenti di ogni rata e così via.

Tags: finanza acquisti suggerimenti consumatori

"Ti è piaciuto questo articolo? Se vuoi, puoi ricevere gratuitamente sul tuo PC i nostri contenuti, attraverso la pagina dei feed di buonaidea.it"

Idee interessanti per te

Translate this page: 

RICERCA NEL SITO:

NOTA:
Inserisci nella casella le parole chiave e premi "Cerca".


X
Invia e-mail