feed RSS
Segui buonaidea.it su YouTube Segui buonaidea.it su Twitter Segui buonaidea.it su FriendFeed Segui buonaidea.it su Facebook
| | Contattaci | Stampante | Feed RSS | Condividi questo sito nel web
Quando io ero piccolo nasce su facebook grazie ad una felice intuizione di Alberto Giarrizzo, condividere con altri i ricordi dell’infanzia...

ilmiolibro.it

Giovanni Maria Bosis


letto 10649 volte

Annie Leonard torna sull’argomento dell’impatto delle aziende sull’ambiente. Questa volta ci spiega quali sono i rischi dell’ultima trovata delle multinazionali per continuare ad inquinare facendo credere il contrario.

Annie Leonard

Annie Leonard


letto 11996 volte

» tutti i film «

visite:
1.361.028

pagine lette:
3.232.185


iscritti ai feed rss
idee

notizie

visitatori in questo momento
Ricevi i contenuti di buonaidea.it

feed RSS

Newsletter:

delivered by FeedBurner

gli onesti... i nuovi eroi!

Video: [02:07]


visto 12518 volte

Prendere il sole

audio divertente


ascoltato 24634 volte

» tutti audio «
I gatti romani

barzelletta


letta 15902 volte

Sicurezza degli edifici: una guida di veloce consultazione per capire se la propria casa è sicura

Translate this page:
del 15/05/2009 | da redazione | idea letta 11718 volte
Foto dell'Idea

Negli edifici sono presenti vari tipi di impianti: elettrico, termico, idrico, del gas e di condizionamento. Impianti che, per vari motivi, in alcuni casi possono essere origine di gravi incidenti. Inoltre l'Italia si sa, è un paese sismico, soggetto quindi ai terremoti. Questo comporta che gli edifici, e quindi anche le nostre case, possono rimanere danneggiati anche seriamente da eventi di una certa portata. Come fare a riconoscere i segni di eventuali pericoli?


Il Consiglio Nazionale degli Architetti ha approntato una guida di veloce consultazione, chiara e concisa che ci rende in grado di valutare chiaramente il livello di sicurezza del nostro immobile e, se necessario, correre ai ripari. Quella che segue è l'introduzione della guida "Sicurezza degli edifici":

 

Guida: sicurezza degli edifici

 

"Per comprendere come sono costruiti gli edifici e per valutare i problemi della sicurezza, può essere d'aiuto fare una analogia con il corpo umano.

L'analogia tra corpo umano ed edificio è molto antica. I termini che indicano lo stato di malessere di una persona come: infermo, infermità, infermiere, sono derivati tutti dal capostipite latino firmitas (stabilità) che indica lo stato di 'buona salute' di un edificio.

Quando una persona è malata si chiama il medico perché faccia la diagnosi e prescriva la cura; quando un edificio presenta anomalie quali lesioni, spostamenti e deformazioni si deve chiamare il tecnico che sia in grado di risalire alle cause che li hanno determinati e valutarne la gravità.

Gli edifici quindi, come il corpo umano, devono essere curati e tenuti sotto controllo per conservarli in buona salute. Può pertanto essere utile saper individuare i primi sintomi di malessere che si possono manifestare nella propria casa."

 

Guida: sicurezza degli edifici

 

La guida suggerisce inoltre alcuni test per verificare da soli lo stato del fabbricato:

  • PER RICONOSCERE I SOLAI IN CEMENTO ARMATO DA QUELLI IN LEGNO O IN FERRO
    Si può effettuare un saltarello in mezzo alla stanza: se oscillano vistosamente sono in legno o in ferro, altrimenti sono in cemento armato.
  • PER RICONOSCERE IL CALCESTRUZZO DI CATTIVA QUALITA'
    Un metodo semplice, ma indicativo, per riconoscere un buon calcestruzzo da uno cattivo è quello di batterlo con un martello. Se il martello rimbalza e il rumore è sonoro, il calcestruzzo è buono. Se il martello lascia una impronta o il calcestruzzo si rompe e il suono è sordo, il calcestruzzo è di cattiva qualità.
  • MALTA (CALCINA), MATTONI E TUFO CHE SI SFARINANO
    Per verificare la qualità del cemento, della calcina e dei mattoni basta grattarli con un chiodo: se si sfarinano facilmente non sono buoni. La stessa prova può essere fatta anche con il tufo, con il quale sono costruite tante case.
  • MATTONI DI CATTIVA QUALITA'
    La qualità dei mattoni si può riconoscere dal suono che emettono se sono battuti con un lieve colpo di martello: se sono buoni il suono è secco, quasi metallico, se sono difettosi il suono è sordo.
  • LEGNO NON STAGIONATO, MARCITO O TARLATO
    Anche per le travi di legno si può fare un facile controllo di qualità battendole con un martello o infilandoci un chiodo. Il legno tarlato o marcito non trasmette il suono e il colpo di martello è attutito. Il legno buono è sonoro e oppone resistenza alla penetrazione del chiodo.

 

Guida: sicurezza degli edifici

 

Il vademecum conclude analizzando gli eventuali pericoli derivanti dagli impianti presenti in casa.

 

Tags: casa sicurezza

"Ti è piaciuto questo articolo? Se vuoi, puoi ricevere gratuitamente sul tuo PC i nostri contenuti, attraverso la pagina dei feed di buonaidea.it"

Idee interessanti per te

Translate this page: 

RICERCA NEL SITO:

NOTA:
Inserisci nella casella le parole chiave e premi "Cerca".


X
Invia e-mail