feed RSS
Segui buonaidea.it su YouTube Segui buonaidea.it su Twitter Segui buonaidea.it su FriendFeed Segui buonaidea.it su Facebook
| | Contattaci | Stampante | Feed RSS | Condividi questo sito nel web
Quando io ero piccolo nasce su facebook grazie ad una felice intuizione di Alberto Giarrizzo, condividere con altri i ricordi dell’infanzia...

ilmiolibro.it

Giovanni Maria Bosis


letto 10697 volte

Annie Leonard torna sull’argomento dell’impatto delle aziende sull’ambiente. Questa volta ci spiega quali sono i rischi dell’ultima trovata delle multinazionali per continuare ad inquinare facendo credere il contrario.

Annie Leonard

Annie Leonard


letto 12034 volte

» tutti i film «

visite:
1.361.028

pagine lette:
3.232.185


iscritti ai feed rss
idee

notizie

visitatori in questo momento
Ricevi i contenuti di buonaidea.it

feed RSS

Newsletter:

delivered by FeedBurner

gli onesti... i nuovi eroi!

Video: [02:07]


visto 12563 volte

Prendere il sole

audio divertente


ascoltato 24698 volte

» tutti audio «
I gatti romani

barzelletta


letta 15984 volte

Riscaldamento: autonomo o centralizzato?

Translate this page:
del 01/11/2007 | da redazione | idea letta 2419 volte
Foto dell'Idea

E' arrivata la stagione fredda, è il momento di pensare al riscaldamento e si ripropone la questione: meglio un riscaldamento centralizzato o individuale?

 

La risposta è semplice: dipende dalle proprie esigenze.

 

Non esiste una scelta di per sè migliore dell'altra. E' evidente che le grandi quantità fanno risparmiare, così i grandi impianti di combustibile per il riscaldamento sono più convenienti.

 

Un riscaldamento centralizzato è più indicato se razionalmente utilizzato, il che vale per gli uffici che hanno un orario standard, per esempio 8:00/18:00. In questo caso l'impianto viene attivato e disattivato ad orari stabiliti, è spento il sabato e la domenica, è prevista una sola caldaia con manutenzione unificata.

 

Diverso è il caso delle abitazioni private perchè ciascuna famiglia ha esigenze diverse. C'è chi esce la mattina e rientra in serata o il fine settimana è fuori, chi è in casa solo per alcune ore della giornata, chi invece vi soggiorna per molte ore come gli anziani. Nello stesso edificio inoltre vi possono essere uffici e abitazioni private, con esigenze del tutto opposte.

 

Le necessità del mondo condominiale sono insomma estremamente differenziate e accontentare tutti è praticamente impossibile. In questo caso la caldaia autonoma appare la soluzione più razionale, perchè consente di adattare alle proprie esigenze giorni e orari di accensione, ottenendo un buon rapporto costi-benefici e consente di evitare lunghe e accesissime discussioni condominiali sui termosifoni troppo o troppo poco accesi e sulle relative bollette.

Tags: casa riscaldamento

"Ti è piaciuto questo articolo? Se vuoi, puoi ricevere gratuitamente sul tuo PC i nostri contenuti, attraverso la pagina dei feed di buonaidea.it"

Idee interessanti per te

Translate this page: 

RICERCA NEL SITO:

NOTA:
Inserisci nella casella le parole chiave e premi "Cerca".


X
Invia e-mail