feed RSS
Segui buonaidea.it su YouTube Segui buonaidea.it su Twitter Segui buonaidea.it su FriendFeed Segui buonaidea.it su Facebook
| | Contattaci | Stampante | Feed RSS | Condividi questo sito nel web
Quando io ero piccolo nasce su facebook grazie ad una felice intuizione di Alberto Giarrizzo, condividere con altri i ricordi dell’infanzia...

ilmiolibro.it

Giovanni Maria Bosis


letto 9530 volte

Annie Leonard torna sull’argomento dell’impatto delle aziende sull’ambiente. Questa volta ci spiega quali sono i rischi dell’ultima trovata delle multinazionali per continuare ad inquinare facendo credere il contrario.

Annie Leonard

Annie Leonard


letto 11085 volte

» tutti i film «

visite:
1.361.028

pagine lette:
3.232.185


iscritti ai feed rss
idee

notizie

visitatori in questo momento
Ricevi i contenuti di buonaidea.it

feed RSS

Newsletter:

delivered by FeedBurner

gli onesti... i nuovi eroi!

Video: [02:07]


visto 11130 volte

Prendere il sole

audio divertente


ascoltato 23212 volte

» tutti audio «
I gatti romani

barzelletta


letta 13831 volte

Recuperare e smacchiare la lana del maglione infeltrito

Translate this page:
del 30/11/2007 | da redazione | idea letta 105878 volte
Foto dell'Idea

Un classico incidente casalingo: la maglia di lana finisce per sbaglio nella lavatrice a 60 gradi e infeltrisce. E magari è proprio quella preferita…

Esistono in commercio dei prodotti ad hoc, ma le nonne sanno bene che ci sono anche antichi rimedi casalinghi per ovviare al danno.

Se l’infeltrimento è leggero si possono tentare due metodi:

 

  • mettere a bagno il capo in acqua e ammoniaca miscelate in quantità identica e lasciarvelo per circa 2 ore prima di risciacquare bene.

 

oppure

 

  • immergere il maglione in poco latte per mezz’ora e poi rilavarlo.

 

Se invece il danno è pesante, occorre far ricorso a “terapie” più incisive:

 

  • in una bacinella con 10 litri d’acqua tiepida insaponata aggiungere mezzo cucchiaio di alcol, 1 di trementina e 3 di ammoniaca, quindi immergervi la maglia infeltrita e lasciarla a bagno per un giorno intero.

 

oppure

 

  • in una bacinella con 2 litri d’acqua fredda aggiungere 20 grammi di bicarbonato, immergervi la lana per una notte intera, quindi lavare con il sapone da bucato e reimmergere il capo per 6 ore in una nuova soluzione, composta da 2 litri d’acqua e10 cucchiai di acido tartarico, facendo attenzione a rimescolare ogni ora.

 

Ma qual è il sistema giusto per smacchiare la lana senza rovinarla?

Lavare a mano è il procedimento più sicuro: la lana non si sfrega, ma si tampona con dell’altra lana.

Per stirarla, invece, si fa asciugare bene e si ripassa con il ferro, ponendo sempre tra ferro e capo un panno umido o un foglio di carta di giornale.

Tags: casa abiti risparmio fai-da-te

"Ti è piaciuto questo articolo? Se vuoi, puoi ricevere gratuitamente sul tuo PC i nostri contenuti, attraverso la pagina dei feed di buonaidea.it"

Idee interessanti per te

Translate this page: 

RICERCA NEL SITO:

NOTA:
Inserisci nella casella le parole chiave e premi "Cerca".


X
Invia e-mail